RECENSIONI

Se Van Gogh avesse avuto un gatto come l'avrebbe dipinto? E De Chirico, nel suo periodo metafisico, come l'avrebbe immortalato? La mostra Catgallery. I gatti che i più grandi artisti non hanno mai dipinto! espone le opere realizzate da Gion (...) ispirate alla tecnica e allo stile di famosi artisti. (...) Divertentissimi i dipinti in esposizione: da Il gatto di Henri Matisse alle prese con i pesci rossi a La gatta di Amedeo Modigliani, languidamente sdraiata su un divano. Gli altri artisti "omaggiati" sono Braque, Morandi, Fontana, Seurat e Magritte.

  Il gatto di Van Gogh - Mostre in Italia, pagine a cura di Rory Cappelli. I Viaggi di Repubblica, supplemento de la Repubblica del 30 settembre 1999.

(...) Bisogna avere proprio una grande passione per questo animale domestico per avere un'idea del genere, anche se sono sempre di più gli estimatori che collezionano opere d'arte di vario genere, sempre dedicate al gatto. In questa mostra troveranno diverse "chicche". (...)

I gatti  secondo i maestri della pittura - Marche.  Il Messaggero On line - domenica 12 settembre 1999.

 

Ultime notizie dal mondo dell'arte: ritrovata una curiosa collezione di quadri che svela la vita segreta dei gatti d'autore. Tutto quello che avreste voluto sapere sul micio di Van Gogh, un soriano rosso di pelo sperso tra le stelle, con quell'ombra di mestizia tale e quale il padrone. Oppure sul dispettoso Giallone di Matisse, beccato con la zampa nel vaso dei pesci. Una mostra di gatti col pedigree d'artista, galleria d'indiscrezioni feline che mette in luce angoli inediti della storia dell'arte. Beh, diciamola tutta, le cose non stanno proprio proprio così: in realtà, il pennello dietro alle tele è quello di Gion, al secolo Gianantonio Muratori, abitualmente architetto e designer, che un po' per gioco e un po' per omaggio (ai gatti o agli artisti, non è ben chiaro) debutta nella pittura. Un'escursione in dieci ritratti, la maggior parte ad olio (...) Vi raccomandiamo in particolare di passare per le stanze di Madame La Gatta après Modigliani, slungata sul sofà e con l'occhio ceruleo maliziosamente ammiccante. Meditate con il micio metafisico di Giorgio De Chirico, con la solitudine pensosa e fumé di quello di Morandi o lasciatevi turbare dallo sguardo sospeso fra mare e cielo di Magritte. Di qua sono passati i gatti di Fontana (due graffi e quattro zampate sulla tela), il gatto assemblato di Duchamp (spago e sgabello), quello dis-assemblato di Braque e l'assemblea felina sull'erba di Seurat. Storie leggere come un fumetto per gente che ama emozioni a colori con baffi e coda.

Falsi felini: gatti in mostra di Rossella Battisti . Media, supplemento de l'Unità - lunedì 4 ottobre 1999.

In ottobre, sarà il teatrino di Sant'Agata Feltria, "uno dei pochi gioielli italiani fatti interamente di legno e sopravvissuto al tempo", dice Gianantonio Muratori, per tutti Gion, "ad ospitare i miei gatti. Sono i felini che ho dipinto nell'arco di due anni, immaginandoli come forse sarebbero usciti dal pennello di grandi artisti quali Van Gogh, Magritte, Seurat, Braque...". E così via, passando per Matisse, Modigliani, lo strampalato Duchamp senza dimenticare Morandi (...). E' l'idea di un architetto designer, con il "vizio" del pennello e della chitarra. Preso tra brevetti di geniali soluzioni di design e progetti professionali, spezza la quotidianità dipingendo quadri con una tecnica piacevole e raffinata. Ma non è tutto, (...)

Gatti d'artista di Monica Forti. Il Giornale di San Patrignano - ottobre 1999.

 

Una collezione molto particolare, creata da un architetto milanese, secondo la tecnica e lo stile di grandi artisti del Novecento.

L'idea è nata per gioco da una domanda scherzosa: se Van Gogh avesse avuto un gatto, come l'avrebbe dipinto? E De Chirico nel suo periodo metafisico? Lo scherzo ha intrigato Gianantonio Muratori, in arte Gion, che di professione fa altro: architetto, designer, inventore di soluzioni innovative per l'arredamento, alla sua prima esperienza da "artista". Ma sarà vero? Dopo aver ammirato la collezione di gatti, gelosamente conservata nel suo studio di Milano, non si può che manifestare qualche dubbio. "Effettivamente mi è sempre piaciuto disegnare - ci confessa - nella mia vita ho fatto anche il vignettista (Gion è un personaggio di una serie di strip che ho pubblicato una trentina di anni fa), l'illustratore, lo scenografo, il grafico... Le immagini mi hanno sempre interessato. La cosa strana invece è che non ho mai avuto un gatto. L'idea di dipingere i gatti "alla maniera di" è nata casualmente, ma era così paradossale che mi è piaciuta tanto da lavorarci un paio d'anni. Non deve essere stata un'impresa semplice rifare il verso a Matisse, Magritte, Seurat, Morandi, Fontana, Duchamp, Braque, Modigliani che con De Chirico e Van Gogh completano la Catgallery. "Ho provato con il primo quadro, il "De Chirico", senza sapere se sarei riuscito a realizzare il successivo, il gioco intanto si era trasformato in una sfida appassionante. Per conoscere meglio gli autori "presi di mira" e il loro modo di dipingere mi sono documentato sui libri e mi sono messo a girare per mostre e musei, così un'opera dopo l'altra è nata Catgallery. L'idea è piaciuta, ha incuriosito e divertito proprio per la sua ambiguità: anche se molti quando vedono le opere pensano che davvero Van Gogh o De Chirico abbiano dipinto quel gatto, senza capire che si tratta di "originali" ...Ho avuto anche diverse richieste d'acquisto ma vendere i quadri non rientrava nell'idea iniziale". Significa che non è possibile comprarne uno neppure su ordinazione? "Per confortare i delusi c'erano due possibilità: i "falsi d'autore", ma avrei dovuto trasformarmi in copista di me stesso, e le opere stampate su tela che alcuni artisti già vendono autenticate e firmate. Unendo le due idee ho trovato una nuova soluzione: i cloni. Con una serie di trattamenti manuali riporto sulla tela, stampata e montata su telaio in legno, la consistenza materica dei quadri. Perfeziono il tutto riproducendo in modo assolutamente fedele, ma al tempo stesso unico, il tocco delle pennellate originali". Difficile seguirla in questo gioco di falsi che falsi non sono, moltiplicabili ma non identici... "Forse, ma è divertente. A settembre farò una mostra con i quadri "veri" e i miei cloni, tutti autenticati".

Clonato il gatto di Van Gogh di Renata Mantero. Punto Effe - 8 giugno 2000.

 

(...) sito (www.catgallery.com) dell'architetto e designer Gianantonio Muratori, in arte Gion. Le sue opere riproducono con l'efficacia e la persuasione che appartengono solo a un grande "falsario" gli stili di grandi pittori come Matisse, Seurat,Van Gogh, Fontana, eccetera. Con un tema conduttore: la presenza di un gatto, dipinto, a seconda dei casi, con il tratto cubista di Braque, quello surreale di Magritte, quello "magico" di Modigliani. Le opere non sono in vendita, lo sono, invece, i cloni realizzati con uno speciale procedimento che utilizza la tecnica digitale.

Qui gatto ci cova - Uomo on line, a cura di Simona Recanatini. Maxim - ottobre 2000.

 

Una pennellata d'ironia. Sono esposti a Monza i quadri (in realtà: stampe digitali ritoccate) di Gianantonio Muratori, un architetto spiritoso che un giorno s'è chiesto: se van Gogh avesse avuto un gatto, come l'avrebbe dipinto? Il gioco gli ha preso la mano. Ecco qui miagolare insieme il fulvo psicogatto "di" van Gogh (nella foto), il micio metafisico alla De Chirico, il misterioso felino "di" Magritte e i gattoni divisionisti "di" Seurat...

  Ma se van Gogh avesse avuto un gatto? - Tempo libero, su  Grande Milano - Corriere della Sera - mercoledì 6 dicembre 2000.

La mania di clonare ha colpito anche il mondo dell'arte. Fino al prossimo 24 dicembre l'Atelier Cusmà (...) ospita "Cloni di Catgallery", una rassegna di Gianantonio Muratori, architetto e designer, che si è affacciato al mondo dell'arte con i gatti che i più grandi artisti non hanno mai dipinto. Per sapere, dunque, come avrebbe visto i felini Van Gogh basta visitare la mostra (...)

 All'atelier Cusmà i gatti dei grandi visti da Muratori - Mostra/1 - il Cittadino - giovedì 7 dicembre 2000.

 

(...) Ad aprire le celebrazioni, una bizzarra mostra di pittura, firmata dal designer Gianantonio Muratori, in arte Gion, che si inaugura domani alle 10. Fingendosi di volta in volta Matisse, De Chirico, Duchamp o Modigliani, Gion dipinge gatti "alla maniera di", giocando con i colori e gli stili dei grandi. "Catgallery" comprende 10 opere di piccole dimensioni, che si possono anche  (...)

GATTO mania - Un libro, una mostra e tante iniziative per la giornata dedicata ai felini di casa. I capolavori immaginari di Gion, di Carlotta Niccolini. Corriere della Sera - domenica 15 febbraio 2004.

(...) Ma il "cat pride" non finisce qui. Ieri, la libreria ha inaugurato la sua "Catgallery", la mostra di quadri di Gianantonio Muratori, in arte Gion, architetto e designer qui pittore per mettere su tela i gatti "alla maniera di", cioè come li avrebbero voluti o potuti dipingere i grandi artisti. (...)

Apocalipse miao: esplode la gattomania - CAT PRIDE - Alla Mursia sette giorni per festeggiare i felini, di Alberto Mattioli.  Il Giorno - martedì 17 febbraio 2004.

 

(...) Per l'occasione sarà inoltre allestita la mostra "Catgallery", curata dall'artista milanese Gion (Gianantonio Muratori). Una galleria di nove quadri "mai dipinti" da grandi pittori come Van Gogh, De Chirico, Matisse e Modigliani: nove gatti ritratti secondo lo stile inconfondibile di questi artisti. (...)

GATTI D'AUTORE - Parole, arte e musica su duetti miagolanti - Un'originale mostra di "quadri mai dipinti" da grandi pittori come Van Gogh, De Chirico e Matisse, di Andrea Bianchini.  Il Giornale di MLANO - Giovedì 15 febbraio 2007.

 

(...)  Non perdete la "Catgallery" di Gion: 9 quadri "falsi d'autore", realizzati da Gianantonio Muratori secondo lo stile di Van Gogh, De Chirico, Magritte (...)

Sinfonia in Miao - Scarlatti, Ravel, Prokofiev: dietro c'è una musa con i baffi, di Daniela Zacconi.  Il Corriere della Sera MLANO - Giovedì 15 febbraio 2007.

 

(...)  Nella stessa occasione sarà possibile ammirare una cat-gallery di nove quadri "falsi d'autore", dipinti da Gion, ovvero Gianantonio Muratori, e dedicati a grandi artisti tra cui Van Gogh, De Chirico e Fontana (...)

Un concerto in miao per la festa del gatto - TUTTOMILANO  supplemento de La Repubblica - Da giovedì 15 a mercoledì 21 febbraio 2007.

Gatti mai dipinti e performance "feline" - Corriere della Sera - Mercoledì 16 febbraio 2011

Dipinti, foto, canzoni, mantra: il trionfo dei gatti - TUTTOMILANO  supplemento de La Repubblica - Febbraio 2011

 

 

LA STAMPA.it - 31 gennaio 2011

 

 

 

Gatteria d'arte Mici impossibili nei falsi d'autore - Galleria fantastica all'Atelier Gluck - IL GIORNO - Mercoledì 16 febbraio 2011

 

 

 

Si intitola "Catgallery" ed è una galleria di dipinti mai esistita. Si tratta di nove tele originali che ritraggono altrettanti gatti come li avrebbero dipinti i più grandi geni della pittura, da De Chirico a Van Gogh, da Magritte a Modigliani. Realizzati da Gianantonio Muratori, in arte Gion, sono esposti dal 17 al 27 febbraio da Atelier Gluck Arte a Milano per celebrare la Giornata nazionale del gatto.

 

I falsi gatti di Van Gogh, Matisse & C. - La Repubblica MILANO.it - 7 febbraio 2011

 

 

 

Altri articoli e segnalazioni apparsi sulla stampa:

- La Voce, domenica 3 ottobre 1999

- Bella, numero 41 di ottobre 1999

- Corriere di Rimini, domenica 31 ottobre 1999

- Il Porto, anno 7 - n°20, settembre 2000

- il Giornale, mercoledì 6 dicembre 2000

- Maxim, anno 4 - n°4, aprile 2001

- Il Giornale, lunedì 16 febbraio 2004

 

RECENSIONI E-MAIL

 

Scrivi a gianantonio.muratori@gmail.com

 

CATGALLERY . NEWS . SHOP . LINK

 

mmmmiaoooo!